Bilancio di competenze: quando farlo e come funziona.

8 Apr 2024 | Blog

Perché potrei avere bisogno di un bilancio di competenze?

Una consulenza di bilancio di competenze può essere molto efficace sia nei momenti di passaggio fra la fine di un ciclo di studi e l’approccio al mercato del lavoro, sia nelle fasi di vita professionale in cui si sente che la motivazione verso l’attuale lavoro sta scemando oppure nei momenti in cui ci troviamo di fronte alla necessità di cambiare settore o attività lavorativa.

Se provi confusione e disorientamento rispetto al tuo futuro professionale, se senti insoddisfazione nei confronti del lavoro che stai facendo, se hai il desiderio di intraprendere una carriera imprenditoriale dopo aver lavorato come dipendente per molti anni, un bilancio di competenze è il punto di partenza per costruire la tua bussola e tracciare il tuo nuovo percorso.

Cos’è il bilancio di competenze?

Il bilancio di competenze è un efficace strumento di orientamento professionale che ti consente di aumentare l’auto-consapevolezza in merito alle conoscenze e competenze acquisite fino ad ora e di costruire un progetto di carriera, nel caso di inserimento nel mondo del lavoro, di cambio professionale o di sviluppo verso ruoli con maggior complessità e responsabilità rispetto a quelli attuali.

Per competenze si intendono sia quelle hard o tecniche (ad esempio ingegneristiche, economiche, relative alle conoscenze giuridiche, informatiche, linguistiche…ecc) sia quelle soft (competenze relazionali, di gestione del tempo, organizzative, emozionali, di gestione dello stress…).

Perché funziona il bilancio di competenze?

La consulenza di bilancio di competenze funziona per costruire un progetto professionale perché ti consente di vedere chiaramente cosa hai appreso dalle esperienze e dai percorsi di studi che hai effettuato e perché puoi valorizzare chi sei grazie alla consapevolezza delle competenze acquisite.

Il bilancio di competenze funziona anche perché ti offre la possibilità di vedere i gap di competenze o conoscenze esistenti fra la tua posizione attuale e quella che vorresti ricoprire nel futuro, così da decidere come acquisirle (attraverso un corso di formazione, uno stage, un affiancamento…).

In sintesi, il bilancio di competenze è utile perché i suoi risultati ti consentono di operare decisioni consapevoli, motivanti e sostenibili nel tempo.

Cosa farò durante un bilancio di competenze?

Durante un percorso di consulenza di bilancio di competenze ti inviterò a dedicare tempo alla compilazione di questionari che ti aiutano ad esplorare le conoscenze e le competenze acquisite, i processi di lavoro a cui hai partecipato, l’individuazione di ciò che ti piaceva di più e di meno, gli episodi di successo e di insuccesso… Queste attività vengono svolte in parte nel mio studio con la mia presenza e in parte a casa, in autonomia. All’interno degli incontri in presenza ti affianco nell’aumentare le tue consapevolezze e nel costruire, passo dopo passo, il tuo progetto professionale.

Allo strumento del bilancio di competenze, affianco sempre anche un lavoro di esplorazione delle attitudini e dei valori dei miei clienti, senza i quali il progetto professionale potrebbe risultare poco motivante e sostenibile.

Altri articoli

Aiuto! Parteciperò ad un colloquio di gruppo!

Aiuto! Parteciperò ad un colloquio di gruppo!

Se anche tu hai bisogno di gestire la tua preoccupazione per il colloquio di gruppo che sosterrai, ecco qui alcune informazioni che ti possono essere utili.
In questo articolo spiego cos’è un colloquio di gruppo, perchè le aziende lo usano e come puoi prepararti per affrontarlo.

Se non lavoro continuamente, ho l’ansia. Sono un “workaholic”?

Se non lavoro continuamente, ho l’ansia. Sono un “workaholic”?

Sentirsi motivati e coinvolti nel lavoro ci consente di raggiungere buoni risultati, essere riconosciuti e mantenere una buona autostima. Il nostro tono dell’umore, tuttavia, può crollare drasticamente quando la grande motivazione al lavoro si trasforma in workaholism. In questo articolo racconto quali sono i campanelli d’allarme da considerare per comprendere se stai sviluppando una dipendenza da lavoro.